Blog

25 Giu 2014

CON I PANIFICATORI DI CNA ALIMENTARE È BELLO

“METTERE LE MANI IN PASTA”

La Cucina Industriale di Albinea ospita la prima lezione di “paneterapia”

 

Reggio Emilia, 22 maggio 2014. I Panificatori di CNA Alimentare in collaborazione con CNA Impresa Donna organizzano lunedì 26 maggio dalle 17.30 alle 19.30 un incontro di “paneterapia” nella Cucina Industriale di Albinea, presso il Parco Lavezza in Via Caduti della Libertà.

 

Un’idea nata dalla volontà di riscoprire antichi gesti e tradizioni che rischiano di andare perduti tra take away e fast food. L’eccellenza dei prodotti alimentari della nostra provincia deve tutto agli “artigiani del cibo” che con maestria e sapienza mantengono vivi i valori e i sapori della cucina italiana. Il pane è l’alimento base della nostra tradizione e la sua riscoperta è anche un’ottima opportunità di socializzazione e di condividere un’esperienza stimolante.

 

“Ringraziamo i nostri panificatori per la loro disponibilità – commentano la Presidente CNA Alimentare Laisa Rinaldi e la Presidente CNA Impresa Donna Paola Ligabue – che renderà possibile apprendere alcuni segreti dell’arte della panificazione e favorire importanti momenti di aggregazione tra gli Associati. Un bel modo per vivere l’Associazione e sfruttare le sinergie tra le diverse professionalità”.

23 Giu 2014

APPELLO DI CNA ALIMENTARE AI CONSUMATORI: “DIFFIDATE DAGLI ABUSIVI E CONTROLLATE LE ETICHETTE. NE VA DELLA VOSTRA SALUTE”

Dopo il caso del fornaio abusivo l’Associazione di via Maiella invita a rivolgersi solo a professionisti e a segnalare casi di abusivismo

Laisa_RinaldiReggio Emilia, 10 giugno 2014. “Il recente caso del fornaio abusivo che vendeva pane fatto in casa in condizioni igienico-sanitarie precarie è un esempio allarmante del dilagare della piaga dell’abusivismo, un fenomeno in rapida ascesa soprattutto in tempo di crisi. Come CNA Reggio Emilia ha denunciato con il lancio della campagna di sensibilizzazione “Basta abusivi” è il momento di sensibilizzare i consumatori a diffidare di questi “imitatori” e rivolgersi solo a professionisti seri e qualificati: il pane comprato da un abusivo fa la differenza soprattutto perché si mette a rischio la salute del consumatore ”.

È il commento di Laisa Rinaldi, Presidente provinciale di CNA Alimentare, alla notizia dell’arresto del fornaio ambulante abusivo nei mercatini dell’ex Foro Boario apparsa su tutti i giornali la scorsa settimana.

“L’abusivismo è sempre un rischio per i consumatori, a maggior ragione quando si tratta di prodotti alimentari – spiega Marco Simonazzi, titolare del Forno Pasticceria Simonazzi di Castelnovo Né Monti e membro del direttivo CNA Alimentare – che devono sottostare a rigide normative di etichettatura, tracciabilità degli ingredienti e che prevedono il rispetto di requisiti igienico sanitari in tutte le fasi di produzione, trasporto e commercializzazione.

“Un prodotto alla base dell’alimentazione come il pane – continua Simonazzi – è preso di mira da “fornai improvvisati” per il suo elevato consumo, ma il cliente deve chiedersi se ne vale la pena di rischiare anche gravi problemi di salute per risparmiare pochi centesimi invece di rivolgersi a fornai esperti che rispettano tutte le norme igienico-sanitarie e garantiscono un prodotto di sicura qualità”.

“Ben vengano segnalazioni – conclude la Presidente Laisa Rinaldi – per portare alla luce fenomeni di abusivismo in qualsiasi settore e combattere questo male che danneggia il consumatore e la nostra economia. Per questo ricordiamo l’indirizzo mail dedicato bastaabusivi@cnare.it che CNA Reggio Emilia ha attivato per segnalazioni non anonime di cui si farà carico l’Associazione e il numero di telefono 0522-356395”.

23 Giu 2014

APPELLO DI CNA ALIMENTARE AI CONSUMATORI: “DIFFIDATE DAGLI ABUSIVI E CONTROLLATE LE ETICHETTE. NE VA DELLA VOSTRA SALUTE”

Dopo il caso del fornaio abusivo l’Associazione di via Maiella invita a rivolgersi solo a professionisti e a segnalare casi di abusivismo

Laisa_RinaldiReggio Emilia, 10 giugno 2014. “Il recente caso del fornaio abusivo che vendeva pane fatto in casa in condizioni igienico-sanitarie precarie è un esempio allarmante del dilagare della piaga dell’abusivismo, un fenomeno in rapida ascesa soprattutto in tempo di crisi. Come CNA Reggio Emilia ha denunciato con il lancio della campagna di sensibilizzazione “Basta abusivi” è il momento di sensibilizzare i consumatori a diffidare di questi “imitatori” e rivolgersi solo a professionisti seri e qualificati: il pane comprato da un abusivo fa la differenza soprattutto perché si mette a rischio la salute del consumatore ”.

È il commento di Laisa Rinaldi, Presidente provinciale di CNA Alimentare, alla notizia dell’arresto del fornaio ambulante abusivo nei mercatini dell’ex Foro Boario apparsa su tutti i giornali la scorsa settimana.

“L’abusivismo è sempre un rischio per i consumatori, a maggior ragione quando si tratta di prodotti alimentari – spiega Marco Simonazzi, titolare del Forno Pasticceria Simonazzi di Castelnovo Né Monti e membro del direttivo CNA Alimentare – che devono sottostare a rigide normative di etichettatura, tracciabilità degli ingredienti e che prevedono il rispetto di requisiti igienico sanitari in tutte le fasi di produzione, trasporto e commercializzazione.

“Un prodotto alla base dell’alimentazione come il pane – continua Simonazzi – è preso di mira da “fornai improvvisati” per il suo elevato consumo, ma il cliente deve chiedersi se ne vale la pena di rischiare anche gravi problemi di salute per risparmiare pochi centesimi invece di rivolgersi a fornai esperti che rispettano tutte le norme igienico-sanitarie e garantiscono un prodotto di sicura qualità”.

“Ben vengano segnalazioni – conclude la Presidente Laisa Rinaldi – per portare alla luce fenomeni di abusivismo in qualsiasi settore e combattere questo male che danneggia il consumatore e la nostra economia. Per questo ricordiamo l’indirizzo mail dedicato bastaabusivi@cnare.it che CNA Reggio Emilia ha attivato per segnalazioni non anonime di cui si farà carico l’Associazione e il numero di telefono 0522-356395”.